TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Sindacati contro camion autonomi a Los Angeles

E-mail Stampa PDF

La Commissione portuale del porto californiano ha rinviato di trenta giorni la decisione sull'autorizzazione per operare veicoli industriali a guida autonoma nello scalo.


Los angeles terminal Apm 400 camion gruI portuali di Los Angeles hanno ottenuto una prima provvisoria vittoria nella loro battaglia contro l'introduzione nel porto di camion a guida autonoma. Come riferisce il quotidiano statunitense Los Angeles Time, il 16 aprile la Commissione portuale dello scalo ha deciso di rinviare la decisione di concedere l'autorizzazione ad Apm Terminals di usare nel suo Terminal 400 per container un centinaio di veicoli elettrici a guida autonoma, contro cui si è mobilitato il sindacato International Longshore and Warehouse Union che su questa vertenza ha mobilitato oltre mille portuali. Il rinvio è stato chiesto alla Commissione dal sindaco di Los Angeles, Eric Garcetti, secondo cui la complessità della questione richiede più tempo.
I nuovi veicoli a guida autonoma dovranno sostituire altrettanti veicoli guidati da operatori e quindi la loro introduzione, secondo il sindacato, comporterà la perdita di numerosi posti di lavoro. Il sindaco ha tenuto una riunione con i sindacati, i rappresentanti di Maersk e della controllata Apm Terminals e della Pacific Marittime Association. La società terminalista sostiene che fermare automazione farà perdere al porto di Los Angeles traffici a favore dei porti della costa orientale degli Stati Uniti.
Il permesso su cui deve discutere la Commissione portuale non riguarda direttamente l'introduzione dei veicoli, che non richiede autorizzazioni specifiche, ma per ottenere terreno necessario per installare le stazioni di ricarica e le infrastrutture di supporto dei veicoli. La vertenza sindacale è complicata da due elementi: il primo è che già altri due terminal del porto di Los Angeles usano già veicoli elettrici a guida autonoma, la seconda è che i sindacati hanno firmato un accordo che consente al porto d'introdurre sistemi di automazione. Riguardo quest'ultimo punto, i sindacati affermano che l'accordo prevedeva sistema di ausilio al loro lavoro e non sistemi che li sostituissero completamente.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 1138

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca