TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

RBD Armatori non è più in vendita

E-mail Stampa PDF

Il tribunale di Torre Annunziata ha cancellato l'asta giudiziaria delle navi e dei beni immobili prevista per il 22 febbraio 2019, probabile vendita diretta a fondo private equity.


RDB Armatori rinfusiera navigazioneGli asset della società Rizzo Bottiglieri De Carlini Armatori di Torre del Greco non sono più in vendita. Lo hanno reso noto i curatori fallimentari con una comunicazione sul portale dei creditori della società dichiarata fallita dove si legge che, con provvedimento giudiziario del 14 febbraio 2019, è stata sospesa la procedura di vendita sia del ramo shipping che delle azioni della società che controlla l'hotel La Palma di Capri. Questa mossa era attesa a seguito dell'offerta di concordato fallimentare per l'intera società pervenuta da parte del fondo di private equity Reuben Brothers e conferma che il tribunale di Torre Annunziata sembrerebbe predisposto ad accettare l'offerta di 270 milioni di euro messa sul piatto. L'asta per vendere navi e beni immobiliari di Rbd avrebbe dovuto svolgersi il prossimo 22 febbraio con scadenza per presentare le offerte fissata lo scorso venerdì.
A questo punto, la società sembra destinata a essere ceduta al fondo di private equity inglese anche perché, se così non fosse, il giudice competente e i curatori fallimentari non avrebbero avuto motivo di annullare la procedura per la cessione al migliore offerente delle tredici navi in flotta (base d'asta 190 milioni di dollari) e dell'hotel di lusso a Capri (prezzo minimo 35 milioni di euro). Sulla materia al momento non ci sono ancori commenti né dichiarazioni ufficiali da parte dei curatori fallimentari né dal Tribunale ma, secondo quanto risulta da indiscrezioni, a far pervenire nei giorni scorsi un'offerta di concordato fallimentare sarebbe stato il fondo britannico di private equity Reuben Brothers, in qualche maniera supportato da alcuni membri delle famiglie Rizzo, Bottiglieri e De Carlini che avrebbero parte attiva nel rilancio futuro della società.

Nicola Capuzzo

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 2415

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed