TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Annunciati nuovi licenziamenti a Gioia Tauro

E-mail Stampa PDF

Medcenter Container Terminal ha annunciato ai sindacati che il calo dei container movimentati nel porto calabrese, pari al 4,5% nel 2018 rispetto all'anno precedente, provocherà un'ulteriore riduzione del personale.


Gioia-Tauro terminal container altoSecondo i dati diffusi l'11 febbraio 2019 dal gruppo tedesco Eurogate, che controlla Contship Italia, il terminal Mct di Gioia Tauro ha movimentato lo scorso anno 2,29 milioni di teu, con un calo del 4,5% rispetto al 2017. Lo scalo calabrese non riesce quindi a uscire da una crisi ormai pluriennale, che investe l'intero sistema di transhipment italiano. La contrazione dei volumi porta a una riduzione del personale in banchina, che è contrastata dalle organizzazioni sindacali. Nel 2018, i sindacati hanno vinto alcune cause di lavoro intentate contro diversi licenziamenti attuati dalla società terminalista, ma proprio in questi giorni Medcenter Container Terminal ha comunicato alle sigle l'intenzione di avviare altri licenziamento. Lo annunciano Filt-Cgil, Fit-Cisl, Ugl Mare e Coordinamento portuali Sul in una nota diffusa all'inizio di febbraio.
I sindacati ricordano che il 18 dicembre 2018 il ministro dei Trasporti, Danilo Toninelli, visitò il porto calabrese e annunciò l'impegno del Governo a investire, soprattutto per la realizzazione del gateway ferroviario e del bacino di carenaggio. "A due mesi da quell'incontro, le organizzazioni sindacali non hanno ancora avuto la possibilità di sapere come procede la discussione fra Msc e Contship e quali interventi strutturali ha deciso di fare il governo il cui disimpegno su Gioia Tauro è ormai eloquente", scrivono nella nota le cinque sigle, aggiungendo che questa situazione "sta portando alla chiusura del porto di Gioia Tauro". I sindacati si rivolgono quindi al Governo, chiedendo l'attuazione dell'accordo di programma firmato nel 2016, dove sono previsti gli investimenti pubblici e privati per rilanciare lo scalo, mentre alla Giunta regionale chiedono di "intervenire con forza nei confronti del governo, di Mct e di Msc".

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 1309

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed