TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Laghezza chiede massimi poteri a commissario per Genova

E-mail Stampa PDF

Il presidente degli spedizionieri della Spezia chiede un "codice di guerra" per il sindaco di Genova, Marco Bucci, nominato dal Governo commissario straordinario per l'emergenza del crollo Morandi.


Genova porto Terminal SechGli spedizionieri genovesi ritengono che Bucci sia la "scelta migliore" per affrontare l'emergenza del crollo Morandi, ma ciò non basta: "Ora è necessario e indispensabile costruire trincee e ammucchiare sacchi di sabbia per consentirgli di operare al di fuori di ogni schema, evitando di incorrere in rischi giudiziari, esposti e ricorsi che produrrebbero effetti letali sulla tempistica dei lavori facendo permanere quell'incertezza che nel mondo della logistica e nelle logiche della merce rappresenta il peggiore nemico. In altre parole il commissario deve disporre di un vero e proprio Codice di guerra". Lo ha affermato oggi Alessandro Laghezza, presidente degli spedizionieri di La Spezia.
Laghezza pone l'attenzione sul primo articolo del Decreto Genova: "Un decreto unico nel suo genere perché pronuncia una sentenza ancora prima che si istruisca un processo, e perché non garantisce alcuna copertura non solo nei confronti di un ipotetico ricorso della società Autostrade ma anche nei confronti di altri concessionari autostradali, esclusi a prescindere anche nella prospettiva tutta da verificare di una gara internazionale dai tempi imprevedibili".
Laghezza sottolinea due aspetti che hanno forse più peso degli stanziamenti. Il primo è la libertà concessa al commissario straordinario per operare fuori dalle norme "mettendolo al sicuro dai blocchi che potrebbero essere attuati utilizzando l'arma dei ricorsi". In tale contesto Laghezza evoca il pericolo che la concessionaria, esclusa e revocata, possa disporre poteri legali d'interdizione. Il secondo è è il "fattore certezza", che spiega così: "nella logistica l'unico strumento per difendere i clienti e i traffici consiste nella capacità di attenuare il rischio incertezza, fornendo previsioni e date precise ad esempio dell'entrata in funzione di nuovi sistemi di viabilità alternativi al ponte, all'inizio e al completamento della demolizione, alla prospettiva effettiva di entrata in servizio del nuovo ponte. Solo così il porto potrà difendere la sua credibilità e presentarsi alla merce con una prospettiva di certezze. Prospettiva credibile solo trovando all'interno degli articoli 2 e 6 del Decreto anche una possibilità di rafforzare in modo decisivo gli organici e le strutture delle amministrazioni adibite ai controlli, prima fra tutte quella delle Dogane".
Infine Laghezza auspica che il commissario attui una "massiccia operazione trasparenza nei confronti della sua clientela e in particolare della merce fornendo addirittura quotidianamente tutte le informazioni operative sulle misure anti-emergenza e sulle loro tempistiche".

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!


 
Letture:: 839

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed