Nuovo affondo di Onorato sul registro marittimo

Stampa

Il 17 settembre 2018, l'armatore annuncia una nuova fase della sua battaglia con l'imbarco di marittimi extra-europei. Presenterà un dossier al ministro degli Interni.

Nave manovre gomeneVincenzo Onorato lancia un nuovo attacco contro l'uso di marittimi extra-comunitari su navi che fanno capo a compagnie italiane (non fa nomi, ma è noto che il suo avversario storico è Grimaldi) appellandosi con toni enfatici al ministro degli Interni, Matteo Salvini. Infatti, l'armatore parla esplicitamente di "traditori della Patria" a proposito della "sistematica violazione della Legge" attuata dai politici e dagli imprenditori che condannano "alla disoccupazione decine di migliaia di marittimi lasciati a terra per imbarcare extra-comunitari pagati con salari da schiavitù".
Quindi, Onorato annuncia che recapiterà al ministro degli Interni "i dati e le informazioni sulla piaga della disoccupazione fra i marittimi e sulle connivenze che hanno consentito abusi e violazioni di una legge, quella sul registro internazionale che era stata pensata per difendere la presenza italiana, quella che veniva definita la bandiera italiana sui mari e l'occupazione dei marittimi italiani".

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!


Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti: