TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Sindacati soddisfatti dello sciopero dei porti

E-mail Stampa PDF

Secondo le tre sigle confederali, è stata molto alta l'astensione dal lavoro dell'11 maggio 2018, che in alcuni scali avrebbe raggiunto l totalità dei lavoratori.

Sciopero porti marzo 2014 presidio ravennaLo sciopero contro l'autoproduzione e per la sicurezza ha ottenuto un'elevata adesione, secondo un comunicato diffuso da Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti, le tre sigle che lo hanno proclamato. In alcuni porti, tutti i lavoratori si sarebbero astenuti dal lavoro e in alcune città hanno svolto manifestazioni con cortei e delegazioni in Prefettura. "L'adesione altissima è una risposta iniziale molto decisa e convinta da parte dei lavoratori portuali e marittimi contro il non rispetto delle procedure che sottendono l'autoproduzione e l'ipotesi di manomettere la riforma portuale e di asservirla ad interessi di parte", scrivono le sigle nella nota.
In alcuni porti, i presidi dei lavoratori sono stati raggiunti da delegazioni provenienti da altri settori della filiera dei trasporti, come per esempio quelli di FedEx e Tnt, che hanno indetto uno sciopero nazionale il 17 maggio contro i licenziamenti. "Ciò dimostra come il mondo del lavoro abbia una capacità di visione e di prospettiva più ampia di tutti quei soggetti, istituzionali e imprenditoriali, che traguardano i propri obiettivi, non all'interesse comune ma di pochi, non a progetti di medio lungo periodo, ma alla durata del proprio mandato", aggiungono i sindacati.
La nota conclude affermando che "ora si rafforza l'azione politica e negoziale, basata su strumenti legislativi e contrattuali che devono essere rispettati ed applicati, per evitare che il Paese arretri ulteriormente, perdendo altre occasioni di competitività che per noi valgono molto in termini di buona occupazione, sicurezza sul lavoro, reddito e stabilità".
Il tema centrale della protesta è l'autoproduzione nei porti, come spiega Claudio Tarlazzi, segretario generale di Uiltrasporti: "Le regole esistenti devono essere applicate affinché l'autoproduzione non sia autogestita dagli armatori e non diventi sinonimo di sfruttamento e di pericolosissimo abbassamento dei livelli di sicurezza sul lavoro del personale marittimo imbarcato. Né tanto meno essa deve significare lo squilibrio degli organici dei porti, che finirebbe con l'incidere sui conti pubblici, per un maggior utilizzo della indennità di mancato avviamento dei lavoratori portuali".
Il secondo tema è la sicurezza: "chiediamo l'intervento immediato sugli incidenti sempre più frequenti nei porti, con l'emanazione urgente degli aggiornamenti ai decreti 271 e 272, pronti ormai da molto tempo. Chiediamo, infine, che le autorità competenti svolgano ed interpretino il proprio ruolo nell'interesse generale della portualità e delle attività marittime, coerentemente ai dettami del nostro ordinamento", conclude Tarlazzi.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!


 
Letture:: 720

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed