TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Porti fermi un’ora mercoledì 18 aprile 2018

E-mail Stampa PDF

I sindacati confederali hanno proclamato uno sciopero nazionale di un'ora in tutti i porti italiani dopo l'incidente mortale sul lavoro avvenuto il 17 aprile a Porto San Giorgio di Nogaro, dove un operaio è stato investito da un carrello elevatore.


Alle dieci di questa mattina, un operaio di 62 anni è stato travolto da un carrello elevatore che procedeva in retromarcia durante la movimentazione di lamiere all'interno dell'area di Porto Margreth a Porto Nogaro (Udine). l'uomo, che lavorava per una società che opera nel carico e scarico merci delle navi a Porto Nogaro, è morto poco dopo l'incidente e ora i carabinieri stanno indagando sulle cause. Poco dopo l'evento, i sindacati Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti hanno indetto uno sciopero di un'ora in tutti i porti italiani per mercoledì 18 aprile. "Chiediamo con forza che vengano accertare al più presto eventuali responsabilità sulla dinamica dell'incidente ed in tal senso confidiamo nel buon lavoro degli organismi a ciò preposti", scrivono i sindacati in una nota. Lo sciopero avverrà nell'ultima ore di ogni turno, secondo modalità locali e nel rispetto della normativa.
I segretari regionali delle tre sigle hanno spiegato che: "c'è la necessità di riaffermare l'importanza di un politica della sicurezza e della formazione nei luoghi di lavoro. Questo vale soprattutto per un settore particolarmente esposto come quello portuale, che presenta elementi di rischio aggiuntivi e maggiori rispetto ad altri luoghi di lavoro. È l'ennesimo incidente determinato da interferenze nell'ambito dei porti: sono anni che richiediamo, inutilmente, l'armonizzazione della legislazione portuale con il testo unico sulla sicurezza. Negli ultimi mesi stiamo assistendo ad un forte aumento degli incidenti sul lavoro e tra questi quelli mortali, frutto della precarizzazione del lavoro, dell'incertezza del futuro, del degrado dei diritti. C'è bisogno dell'impegno e della mobilitazione di tutti, a cominciare dalle istituzioni, per fare in modo che la sicurezza sul lavoro diventi un priorità assoluta, affinché drammi di questo genere non succedano più".

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!


 
Letture:: 876

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed