TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Operatori logistica chiedono confronto su porto La Spezia

E-mail Stampa PDF

Il 10 gennaio 2017, la Port Community della città ligure ha chiesto all'ASP e al principale terminalista di aprire un Tavolo per analizzare i progetti per nuove infrastrutture portuali.


LaSpezia porto alto1La nota si apre chiedendosi "Dove va il porto di La Spezia", ma senza "nessuna motivazione polemica", precisa Andrea Fontana, presidente degli agenti marittimi, intervenendo a nome della Community. Lo scopo della richiesta è la necessitè di di avere corrette informazioni per informare così la propria committenza e di "scongiurare il rischio di sovrapposizione d'interventi e quindi di danni concreti alla produttività e anche alla credibilità del porto".
Alla comunità spezzina non è piaciuto apprendere l'esistenza di un programma di nuove opere nel porto solamente dai giornali e porta l'esempio delle barriere fonoassorbenti, i cui cantieri devono essere ancora aperti con tempi di realizzazione definiti incerti. Appaiono anche "voci talora contraddittorie, relative a scelte fondamentali, in primis il cosiddetto Terzo bacino, che non sembra essere più considerato opera così prioritaria", afferma la nota.
Sulla questione interviene anche il presidente dell'associazione degli spedizionieri, Alessandro Laghezza: "Nell'interesse comune del porto e nella prospettiva di sviluppo dei traffici è indispensabile disporre di un crono-programma che segni anche la ripresa di un dialogo costante e trasparente fra tutti gli attori principali del porto, Autorità, terminal e Port Community". E Sergio Landolfi, presidente degli spedizionieri doganali, conclude precisando che "l'andamento dei mercati è di per sé così fragile e volatile da richiedere dove possibile riferimenti certi, specie all'interno dei porti e quindi della punta sul mare della catena logistica".

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!


 
Letture:: 994

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed