TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Confisca di beni e società all’armatore Matacena

E-mail Stampa PDF

La Direzione Investigativa Antimafia di Reggio Calabria ha eseguito il 21 dicembre 2017 un provvedimento di sequestro e confisca dei beni nei confronti di Amedeo Matacena, latitante a Dubai.


Polizia auto Lancia AvantiNel 2014, la Corte di Cassazione ha condannato in via definitiva a tre anni di reclusione l'armatore ed ex parlamentare di Forza Italia Amedeo Matacena per concorso esterno in associazione mafiosa perché individuato come riferimento delle cosche della 'Ndrangheta di Reggio Calabria per attuare i loro interessi. Inoltre, Matacena è coinvolto nell'indagine Breakfast della Dia per intestazione fittizia dei beni, insieme alla moglie e a Claudio Scajola, ex ministro degli Interni, indagato per averlo aiutato a sottrarsi all'arresto. Matacena è oggi latitante a Dubai, ma il suo patrimonio è stato individuato dalla Dia.
La Direzione Antimafia ha eseguito oggi il sequestro e confisca di dodici società che fanno capo a Matacena, quattro con sede a Villa San Giovanni, Reggio Calabria e Roma e otto all'estero, ossia nelle Isole Nevis, Portogallo, Panama, Liberia e Florida. Queste società svolgono in prevalenza attività armatoriale, ma anche immobiliare ed edilizia. La Dia ha confiscato anche un traghetto da 8100 tonnellate, che in passato è stato usato per il traghettamento nello Stretto di Messina, conti correnti bancari all'estero e 25 immobili aziendali. Il valore complessivo della confisca ammonta a dieci milioni di euro. Le società sequestrate proseguono l'attività tramite amministratori giudiziari.
Il 19 dicembre 2017, il responsabile del personale e della comunicazione di Caronte & Tourist ha dichiarato che "la proprietà di Caronte & Tourist è in mano alle famiglie dell'architetto Gennaro Matacena e degli eredi dell'ingegnere Giuseppe Franza. Quel Matacena (Amedeo Jr.) che negli ultimi tempi assurge frequentemente agli onori della cronaca giudiziaria è fuori da C&T dagli anni Novanta; gli altri soci di Tourist Ferry Boat (con riferimento all'onorevole Francantonio Genovese), che hanno avuto anche loro recentissime vicissitudini giudiziarie, hanno la nostra amicizia e solidarietà, ma sono irrilevanti sulla gestione aziendale".

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!


 
Letture:: 1265

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed