TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Arresti nel porto Genova per traffico di coca

E-mail Stampa PDF

Nell'ambito dell'operazione Rebuffo, la Guardia di Finanza ha arrestato all'inizio di ottobre 2017 anche due lavoratori del porto. Sequestrati 77 chili di cocaina pura.


Guardia Finanza Genova cocaina RebuffoIl traffico internazionale di cocaina che usa come snodo il porto di Genova si basava anche sulla complicità di due portuali che scaricavano i le borse piene di panetti di cocaina dai container sbarcati in banchina e le portavano fuori dallo scalo. L'operazione era piuttosto veloce, perché i narcos ponevano all'imbarco le borse appena dietro le porte del container, con una tecnica battezzata rip-off. Ma su questo traffico indagava da tempo la Guardia di Finanza, che nel primo fine settimana di novembre ha trovato due grandi borse che contenevano sessantasei pani di cocaina pura, per un peso totale di 77 chili e un valore al dettaglio di oltre tre milioni di euro.
Durante l'operazione, denominata Rebuffo, i militi non hanno solamente sequestrato la cocaina, ma hanno individuato e arrestato cinque persone accusate di far parte dell'organizzazione che importa la droga in Italia. Sono tre cittadini italiani (tra cui due portuali) e due albanesi, che sono stati arrestati per acquisto ed importazione di stupefacenti, con le aggravanti della trans-nazionalità e della ingente quantità. Durante l'operazione, i Finanzieri hanno sequestrato anche 96 grammi di hashish, 1580 euro in contanti, quattro autovetture, un personal computer e diciotto telefoni cellulari.
Negli scorsi anni, altre operazioni della Finanza avevano coinvolto lavoratori portuali, accusati di lavorare per alcuni boss della 'Ndrangheta sempre con il fine di portare la cocaina fori dal recinto portuale. In un'operazione erano finiti in carcere due camalli e in un'altra successiva altri tre. Le due inchieste hanno portato al sequestro di oltre seicento chili di cocaina.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!


 
Letture:: 2278

Camionsfera TV

Banner Trasporto Online 180x250 marzo 2016

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed