TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Fallimento Hanjin arriva sul tavolo di Delrio

E-mail Stampa PDF

Il Governo sta seguendo, tramite il ministero dei Trasporti e quello dello Sviluppo Economico, il grave problema delle migliaia di container con merci in import-export bloccati sulle navi della compagnia marittima sud-coreana.

Hanjin portacontainer lascia banchina 2Durante il question-time della Camera del 21 settembre 2016, dopo un'interrogazione parlamentare presentata da un gruppo di parlamentari del PD, il ministro dei Trasporti, Graziano Delrio, ha annunciato i primi provvedimenti per affrontare una crisi che sta coinvolgendo centinaia di aziende italiane che hanno merci sulle navi di Hanjin Shipping. Nell'interrogazione, i parlamentari hanno chiesto al Governo di "acquisire tutte le informazioni necessarie a capire l'effettiva condizione finanziaria e operativa della società Hanjin Shipping allo scopo di predisporre i necessari interventi per ridurre gli effetti della crisi sul comparto portuale e logistico, salvaguardando i livelli occupazionali".
Nella risposta, Delrio comunica che in Italia Hanjin ha insoluti verso gli operatori portuali e altri fornitori di una decina di milioni di euro, a fronte di un valore delle merci italiane bloccate stimato in un miliardo di euro. Il ministro ha annunciato anche un incontro il 22 settembre con i responsabili degli uffici economici e commerciali dell'Ambasciata della Corea del Sud, "per avviare un confronto sulle necessarie garanzie che la compagnia Hanjin dovrebbe comunque fornire in tema di import-export rispetto a contratti stipulati con porti e operatori italiani".
Il ministro dei Trasporti afferma che l'obiettivo prioritario è "definire come ritirare l'import e consegnare l'export ovunque siano le navi di proprietà o affittate da Hanjin". A tal fine, il Governo italiano vuole sollecitare quello coreano a "rappresentare alla Shipping Line la impellente necessità che essa comunichi al nostro sistema portuale come intenda gestire i circa 20mila container che statisticamente sono l'in/out da ora a Natale da e verso l'Italia". Infine, Delrio sta valutando regole per evitare il sequestro delle navi insolventi almeno fino alla consegna a destinazione dei loro carichi.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 2886

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed