TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Il porto di Taranto riavvia i dragaggi

E-mail Stampa PDF

L'11 febbraio 2015, l'Autorità Portuale di Taranto ha firmato il contratto con Astaldi per avviare le operazioni di dragaggio dei fondali, dopo che il Consiglio di Stato ha respinto l'appello cautelare del consorzio che ha perso la gara.


Taranto porto terminal container gru notteIl tira e molla sui lavori di potenziamento del porto pugliese prosegue e questa volta l'ago vira verso la prosecuzione dei lavori di dragaggio. Grazie all'ordinanza numero 561/2015 emanata l'11 febbraio 2015 dal Consiglio di Stato che, dopo avere esaminato le misure cautelari chieste dal secondo classificato al bando di gara (il consorzio RTI Grandi Lavori, formato da Fincosit, Jan de Nul e GRL Cave e Conglomerati), ha respinto l'appello cautelare. La decisione del Consiglio di Stato giunge dopo il decreto monocratico cautelare dello stesso Consiglio di Stato, che aveva accolto la domanda di sospensiva, causando quindi l'interruzione dei lavori.
L'attività consiste nello scavo di 2,3 milioni di metri cubi di sedimenti dai fondali del Molo Polisettoriale, per realizzare un primo lotto della cassa di colmata funzionale all'ampliamento del quinto sporgente del Porto di Taranto.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!


 
Letture:: 2336

Camionsfera TV

Banner Trasporto Online 180x250 marzo 2016

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed